PowerPitch TrikEnd

 

10 team di giovani imprenditori (Changemakers), 2 mentor, decine di esercizi, 5 bidoncini colorati, sassi come monete, alcuni dinosauri ed un gufo.

Più o meno è questa la presentazione dei protagonisti del weekend che ci ha visti impegnati al Barra A (in via Ampère, 61/A), sede di Make a Cube, l’incubatore sociale di Avanzi e Make a Change.

Due giornate intense, premesse di una terza giornata di teoria e revisione che si terrà venerdì 19, sempre al Barra A.

Le lezioni sono state hard-core, le riprese pomeridiane impegnative (il pranzo era all’Upcycle cafè dove si mangiano ricette nordeuropee, non sempre leggerissime, anche se parecchio golose), le competizioni agguerrite.

La storia del PowerPitch Weekend è iniziata quasi un anno fa (il 24 maggio spegnerà la prima candelina), un corso nato per aiutare giovani startupper a preparare la presentazione del loro progetto al meglio, che durante questi mesi si è trasformato sempre ed è stato utile anche a manager d’azienda, imprenditori, educatrici e associazioni culturali.

Ogni volta è stata diversa dalle precedenti, e anche questo weekend si è dimostrato unico, i ragazzi sono molto giovani, molto appassionati e molto competitivi. Non avevamo mai visto tanta battaglia per una macchinina o un animale di plastica (ancora complimenti a chi se li è portati a casa).

I contenuti sono stati tanti e i Changemakers hanno davanti due settimane di elaborazioni e compiti a casa.

Saranno pronti i nostri eroi all’ultimo passo? Il test delle presentazioni e l’ X Pitch-Factor?

 

P.s.: abbiamo anche ricevuto in regalo un bellissimo autoritratto.